Questo sito utilizza i cookies, anche di terze parti. Per continuare a navigare sul sito è necessario accettare l'utilizzo dei cookies.
Ti invitiamo a leggere la Cookies Policy.

In order to improve user's experience this site uses cookies. To keep on browsing the site you must accept cookies
by pressing "Accetto" button here on the right. More info on Cookies Policy page (italian).
 
Pubblicato il 17/08/2016
musica grazie a elena


grazie a lisa benaudiz
Tags:  
Pubblicato il 06/08/2016

grazie a tina

Come psicoterapeuta, incontro spesso persone dotate di un’ottima salute mentale ma sofferenti, a causa della patologia sociale in cui vivono immerse.
Nel corso degli anni ho individuato, dietro a tante richieste di aiuto, una struttura di personalità dotata di sensibilità, creatività, empatia e intuizione, che ho chiamato: Personalità Creativa.
In questi casi non si può parlare di cura (anche se, chi chiede una terapia, si sente patologico e domanda di essere curato) perché: essere emotivamente sani in un mondo malato genera, inevitabilmente, un grande dolore e porta a sentirsi diversi ed emarginati.
Le persone che possiedono una Personalità Creativa sono capaci di amare, di sognare, di sperimentare, di giocare, di cambiare, di raggiungere i propri obiettivi e di formularne di nuovi. 
Sono uomini e donne emotivamente sani, inscindibilmente connessi alla propria anima e in contatto con la sua verità.
Queste persone coltivano la certezza che la vita abbia un significato diverso per ciascuno e rispettano ogni essere vivente, sperimentando così una grande ricchezza di possibilità.
 
É gente che non ama la competizione, la sopraffazione e lo sfruttamento, perché scorge un pezzetto di sé in ogni cosa che esiste.
Gente che non riesce a sentirsi bene in mezzo alla sofferenza e incapace di costruire la propria fortuna sulla disgrazia di altri.
Gente che nella nostra società non va di moda, disposta a rinunciare per condividere.
Gente impopolare. Derisa dalla legge del più forte. Beffata dalla competizione.
Portatori di un sapere che non piace, non perdono di vista l’importanza di ciò che non ha forma e non si può toccare.
Sono queste le persone che possiedono una Personalità Creativa.
Persone ingiustamente ridicolizzate e incomprese in un mondo malato di arroganza, e che, spesso, si rivolgono agli psicologi chiedendo aiuto.
 
Ognuno di loro è orientato verso scelte diverse da quelle di sempre.
E in genere hanno valori e priorità incomprensibili per la maggioranza.
Non seguono una religione, ma ascoltano con religiosa attenzione i dettami del proprio mondo interiore.
Sanno scherzare, senza prendere in giro.
Pagano di persona il prezzo delle proprie scelte e preferiscono perdere, pur di non barattare la dignità.
Sono fatti così.
Poco ipnotizzabili. Poco omologabili. Poco assoggettabili.
Persone che non fanno tendenza. 
Forse.
Gente poco normale, di questi tempi. 
Gente con l’anima.

Carla Sale Musio
 
Tags:  
Pubblicato il 02/08/2016
Grazie a Rox

Tags:  
Pubblicato il 30/07/2016
grazie ad alberto

Interviewer: Hai un aspetto meraviglioso, Miss Piggy.
Miss Piggy: Grazie... Grazie...
Kermit: Non è fantastica?
Interviewer: Wow, è davvero bella, wow...
Kermit: È davvero radiosa.
Interviewer: Sai, ho sentito che stai per compiere 40 anni...
Miss Piggy: Cosa?!
Interviewer: ...Ma come fai a sembrare così giovane? ...Oh, era un segreto?
Miss Piggy: Ma che razza di pettegolezzo è questo? E' ridicolo! No no, tesoro, molto tempo fa semplicemente mi sono svegliata e ho deciso che non sare​i ​invecchiata.
Kermit: Sì.
Miss Piggy: Uh-huh. Ho guardato l'invecchiamento dritto in faccia e ho detto: “Ok, vuoi farmi venire le rughe? E io ti rompo il naso”.
Interviewer: Mi devi insegnare questa tecnica, davvero forte! Ma non mi ero resa conto che ci fosse una così grande differenza di età tra voi due, ragazzi.
Kermit: Beh, sì, un po', un po'...
Miss Piggy: Lui è molto più vecchio di me.
Kermit: ​E'​ vero, è vero.
Miss Piggy: Intendevi dire questo, vero?
Interviewer: Sì. È mai un problema per voi?
Kermit: Mah, non credo, credo che siamo entrambi giovani dentro, e devo dirti che penso che... anche se sono in giro da un po' ormai, si tratta di anni “umani”. Credo che gli anni di una rana siano molto diversi. Avrò circa trent'anni. Questa è la verità e la porto avanti.
Interviewer: Fantastico! Ma guardatevi... sono così emozionata di avervi qui, ragazzi... Ehi, rispondiamo a questa domanda una volta per tutte. E' da tanto che ce lo chiediamo. E la domanda è sempre: sono o non sono una coppia? Siete sposati o no?
Kermit: Ah, no. - Miss Piggy: Sì, lo siamo.
Kermit: Beh, intendo dire, non esattamente...
Miss Piggy: Beh, forse non siamo tecnicamente sposati, ma siamo sposati nel cuore.
Kermit: Beh, questo è vero, è vero. Miss Piggy e io abbiamo una relazione da un sacco di tempo. Quindi siamo sposati nel cuore.
Miss Piggy: Nel cuore, sì. Ci sto lavorando su per quanto riguarda il resto del suo corpo. Ma posso farcela almeno con le labbra...
Kermit: Uh! (disgustato) Ah, smack (le dà un bacio).
Interviewer: Oh, ma è meraviglioso!

per la traduzione, grazie a roberta
Tags: